Comune di Sori | Sito Istituzionale

Lettera ai cittadini sulla raccolta differenziata

Pubblicata il 09/02/2017

Lettera del Sindaco ai cittadini in occasione della consegna annuale della fornitura di sacchetti per la raccolta differenziata. 

Cari cittadini,
 
come ogni anno riteniamo doveroso accompagnare la distribuzione gratuita di sacchetti per la raccolta differenziata di umido e secco con un breve report di quanto ha caratterizzato il nostro territorio sotto il profilo ambientale nel 2016, anche per meglio strutturare e orientare le prossime attività del 2017.
Il raggiungimento della soglia prevista per legge del 65% ha comportato, a  partire dal terzo trimestre 2016 la riduzione della cosiddetta “ecotassa” dovuta da parte del Comune al Centro di Raccolta Intercomunale Consortile di Rio Marsiglia con un risparmio di circa 3000 euro che hanno reso possibile l’attivazione di un servizio aggiuntivo di pulizia delle frazioni affidato a una cooperativa sociale con un beneficio per la comunità ben più importante di quanto potesse significare la riduzione di circa 20 centesimi sulla TARI  ad ogni singolo utente.
Tuttavia i dati della raccolta su Sori non si può affermare siano del tutto positivi, soprattutto in termini di qualità.
Alcune analisi merceologiche effettuate da Arpal su un campione di secco lo scorso autunno hanno mostrato sia necessario porre ben maggiore attenzione nel conferire. Erano infatti presenti ancora troppi residui di plastica, carta, verde da potature e di molte altre frazioni merceologiche in minore quantità, che “guastano” quanto differenziato ed impediscono di avviarlo ad effettivo riciclaggio, facendolo finire in discarica come se fosse secco.
Differenziare bene diventa fondamentale anche in virtù dell’entrata in vigore della Legge Regionale n.12/2015 voluta dall’attuale Giunta regionale. Infatti a partire da quest’anno attraverso il censimento regionale si evidenzierà se almeno il 45 % di ogni rifiuto prodotto sul territorio comunale è stato correttamente conferito dal cittadino e avviato a recupero detraendo dal totale di tale rifiuto lo scarto all’impianto e la frazione erroneamente rintracciata nel residuo secco. Per ogni punto % di mancato raggiungimento di tale soglia verranno computati all’Ente locale euro 20 a tonnellata che si ripercuoteranno purtroppo su eventuali servizi migliorativi dedicati alla comunità. In questo modo non basta più raggiungere il 65% per non essere penalizzati ma occorre anche superare il 45% di effettivo avvio del materiale raccolto al riciclo.
Gli attuali contenitori stradali per la raccolta differenziata con le loro grandi dimensioni (da un minimo di 120 l a un massimo di 1100 l) favoriscono purtroppo conferimenti scorretti anche rilevanti, quali ingombranti, apparecchi elettronici e piccoli elettrodomestici, materiali da lavorazione edile, solo per citare i più diffusi, che finiscono inevitabilmente per vanificare l’intera raccolta. Purtroppo ogni erroneo conferimento o abbandono comporta un aumento di costi per l’Ente e in termini di personale, un diverso impiego dello stesso per far fronte al ripristino dei luoghi che si riflette in una più sommaria pulizia delle vie cittadine, dovendo dedicare intere mattinate a smaltire gli abbandoni impropri per traportarli al centro di raccolta di Bogliasco e dovendo ricorrere ad affidamenti a ditte esterne per lo smaltimento dei rifiuti speciali. Si vanificano così le maggiori risorse disponibili e si aumentano i costi della TARI che la legge impone di ripartire tra tutti gli utenti cittadini.
 
Per questo cari cittadini diventa importante non solo porre attenzione nel differenziate i rifiuti, ma riflettere alla fonte sulla necessità di doverli produrre o sulla scelta di poterli evitare con uno stile di vita volto, dove possibile, al riuso e al riciclo dei materiali allungando così il ciclo di vita dei prodotti e risparmiando in termini economici globali.
Quest’anno la campagna di sensibilizzazione contro lo spreco energetico “M’Illumino di meno” lanciata come ogni anno dal programma di RAI Radio 2 “Caterpillar” ha come tema di riflessione la CONDIVISIONE. Barattando un oggetto, svolgendo insieme un lavoro, mangiando in compagnia si sprecano meno risorse, risparmia tempo e accendono meno fornelli!
La condivisione può certamente diventare un modo per mettere a sistema un oggetto che non ci serve più e creare nuove microeconomie locali.
Buttare oggi più che mai è un costo per la persona e per la comunità e questo è teso inevitabilmente a salire.
Più saremo capaci ad inventare forme per produrre meno rifiuti e sensibilizzarci tra noi a riciclare al meglio quelli prodotti, più faremo del bene alla nostra Comunità, al pianeta e anche alle nostre tasche…
 
Infine vorrei informare tutti che, come avrete notato, anche quest’anno la distribuzione dei sacchetti ed il servizio di raccolta sono curati dalla Cooperativa IdealService, vincitrice dello scorso appalto e attualmente gestore in proroga. Nel corso di quest’anno, secondo i dettami della nuova legge regionale e delle delibere attuative della città metropolitana, avrà luogo la nuova gara di appalto, fatta insieme a Bogliasco, Pieve Ligure, Recco e forse Avegno ed Uscio, che durerà sino al 2020, termine dopo il quale la legge regionale prevede una unica gara a livello di città metropolitana per tutti i Comuni. Nel nuovo capitolato che gli uffici dei nostri Comuni stanno preparando cercheremo di andare in modo deciso verso forme di raccolta porta a porta più spinte delle attuali, con lettura di tutti i sacchetti e possibilità di applicare agli utenti la c.d “tariffa puntuale” per cui si possono avere importanti sconti TARI se si producono meno rifiuti. Con questo sistema è peraltro dimostrato che è più facile ottenere livelli molto alti di percentuale di differenziata e superare il 45% di effettivo avvio al riciclaggio. Prossimamente condurremo incontri su tutto il territorio per spiegare bene tempi e modi della nuova gara e del nuovo servizio che ne dovrebbe scaturire.
 
Grato per la vostra attenzione e fiducioso nella vostra collaborazione e nel crescente senso civico che i soresi stanno dimostrando, saluto tutti molto cordialmente
 
 
 
 
 
                                                                                                                                            IL SINDACO
 
                                                                                                                                     (Dott. Paolo Pezzana)


Facebook Google+ Twitter